Consigliati

Friggitrice ad aria, cos’è e come funziona

Friggitrice ad aria

In questa guida di GiordanoShop parleremo di un oggetto che, probabilmente, non hai mai sentito, se non per sommi capi. È la friggitrice ad aria, uno degli attrezzi di cui parleremo proprio ora.

Proprio per questo, infatti, l’approfondimento è diviso in tre paragrafi. Prima di tutto, spiegheremo cos’è la friggitrice ad aria calda, poi come scegliere la miglior friggitrice e anche come funziona.

Cominciamo subito!

Friggitrice ad aria, cos’è

La friggitrice ad aria, come puoi intuire anche dal nome stesso, è un particolare utensile da cucina che riscalda i cibi utilizzando il calore presente dentro una camera di cottura.

Ovviamente,  è necessario che quest’ultima sia chiusa in maniera ermetica e non ci sia alcuna via d’uscita.

Il vantaggio rispetto alle friggitorie classiche è nel fatto che è molto più salutare. Infatti, non ha bisogno dell’utilizzo di olio e, quindi, non si arricchisce di tutti quei grassi di cui vorremmo fare a meno.

In un mondo che va sempre più nella direzione ‘green’, la friggitrice ad aria calda è uno degli attrezzi più utili. Abbinano i consumi ridotti alla tutela dell’ambiente, senza perdere l’efficacia delle versioni più tradizionali.

Friggitrice ad aria, come funziona

Friggitrice ad aria

Sapere come funziona una friggitrice ad aria ti fa capire tutte le possibilità che offre. Come abbiamo già scritto, non ha bisogno dell’olio e il suo funzionamento deriva dall’aria calda che circola all’interno.

Quindi, in altre parole, oltre a non aver bisogno di olio (di qualsiasi genere, dall’extravergine d’oliva a quello di semi di girasole), puoi evitare di comprare padelle e i detersivi per pulire dopo aver fritto, ad esempio, le patatine.

In pratica, non devi far altro che inserire la roba all’interno, digitare il pulsante di accensione e attendere che finisca il suo lavoro. Nelle versioni tecnologicamente più avanzate, inoltre, è possibile anche impostare un timer o la potenza.

Di solito, infatti, nella parte anteriore della scocca trovi tutte le indicazioni in un pannello. Quindi, una volta che hai attivato il tasto di accensione puoi procedere ad altro in maniera del tutto tranquilla. Senza, quindi, dover controllare ogni volta lo stato di cottura.

E, soprattutto, avrai la possibilità di gustare più volte il fritto, tanto buono ma tanto dannoso in caso di abuso.

Come scegliere la miglior friggitrice ad aria

Friggitrice ad aria

Chiudiamo questo approfondimento dandoti qualche piccolo suggerimento su come scegliere la miglior friggitoria ad aria. Per comodità, troverai un piccolo elenco con una motivazione per ogni punto. Eccoli:

  • Il caricamento. Con il caricamento non intendiamo soltanto la capienza, che dipende ovviamente per quante persone ti trovi a cucinare. Ma dalla modalità di inserimento del cibo. Se hai uno spazio molto ridotto, è consigliabile il caricamento verticale anche se spesso è più gradevole, dal punto di vista estetico, quello orizzontale poiché contempla anche un piccolo cestello rimovibile.
  • La potenza. Più sale la potenza, più crescono i consumi. A parte questo assioma scontato, è importante scegliere la giusta potenza per la tua friggitrice ad aria calda poiché da un lato è un vero spreco spendere tanto per una potenza di cui non ne hai il bisogno e, dall’altro, potresti avere delle difficoltà nel caso di una potenza troppo ridotta.
  • Le funzionalità. Su questo punto sono tante le opinioni relative alla friggitrice ad aria. Ma, come sempre, tutto dipende da te. Certo, avere la possibilità di impostare un timer e lo spegnimento è un notevole vantaggio. Però, devi sempre ricordare che ogni friggitrice va usata appieno, con tutte le funzionalità. Quindi, trovane una che abbia le funzionalità giuste per te.
  • Facilità di pulizia. Come tutti i prodotti, anche per la friggitrice ad aria è necessaria un po’ di manutenzione e pulizia ordinaria. Se, per, devi dedicarci troppo tempo non ne vale la pena. Scegline, quindi, una semplice da pulire e che non ti faccia, quindi, perdere minuti preziosi.