Consigliati

Etichetta vino: le indicazioni obbligatorie

L’etichetta di una bottiglia di vino è davvero fondamentale per acquisire le informazioni necessarie per conoscerne il contenuto, un po’ come se fosse la presentazione o la carta d’identità del vino. E saper leggere l’etichetta del vino può essere decisivo per la scelta della bottiglia.

La legge che stabilisce le etichettature dei prodotti alimentari confezionati non impone l’obbligo di riportare la lista degli ingredienti e degli additivi sulle bevande con alcol superiore all’1,2%. Ma è importante sapere che l’etichetta del vino deve contenere alcune indicazioni obbligatorie che devono essere tutte contenute nel medesimo campo visivo:

  • Tipologia del vino: indicare la categoria di quel determinato vino, come ad esempio “vino”, “vino spumante” o “vino liquoroso”.

Indicazioni specifiche sulla provenienza del vino:

  1. Indicazione IGP: c’è bisogno di riportare Indicazione Geografica Tipica o l’acronimo “IGP” per questi tipi di vino. Accompagnato all’indicazione, va riportata anche il nome dell’area geografica interessata.
  2. Indicazione DOP: c’è bisogno di riportare Denominazione di Origine Protetta o l’acronimo “DOP” per i vini che rientrano in questa categoria. Anche le denominazioni italiane DOC (Denominazione di Origine Controllata) e DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita) rientrano nel DOP.
  3. Denominazione di vendita: sulle bottiglie di vino generico senza denominazione di origine, c’è bisogno comunque della denominazione “vino”.
  • Il volume nominale: espresso generalmente in litri o in centilitri, è la quantità di vino presente nel contenitore.
  • Il titolo alcolometrico volumico: indica la gradazione alcolica del vino. Rappresenta la percentuale in volume di alcol etilico contenuto nel vino (il numero viene seguito dal simbolo della percentuale %).
  • Il numero di lotto: l’insieme di unità di vendita prodotto e confezionato nelle medesime circostanze. Grazie ad esso, si permette di identificare sia il vino che l’origine di esso in quanto si risale al nome, alla ragione sociale, al comune e allo stato di chi ha imbottigliato il vino.
  • L’indicazione dei solfiti, nel caso rientrassero nella composizione del prodotto finale. Contiene Solfiti o le sigle da E220 a E228 devono essere obbligatoriamente indicate in quanto possono causare allergie. Allo stesso modo, vanno indicati anche altri eventuali ingredienti allergenici, come ad esempio uova e latte che possono essere aggiunte durante la lavorazione per eliminare le impurità.
  • Quantità di zucchero, in caso di vino spumante.
  • Provenienza della produzione, del paese in cui sono vendemmiate e vinificate le uve utilizzate.

Facciamo attenzione, dunque, alle indicazioni obbligatorie sulle etichette del vino: non resta che acquistare il giusto vino per poi riporlo nella nostra cantinetta vino.

[product catid=”2271″ limit=”12″ blockname=”Cantinette vino” template=”catalog/product/list_featured_slider.phtml”]