Consigliati

Casette in legno da giardino economiche: le caratteristiche più importanti

È possibile arredare un giardino con pochi soldi? Con i rincari che, giorno dopo giorno, si verificano, ti sembrerà improbabile. In realtà, però, è può Basta semplicemente stare attendo a ogni singolo aspetto del tuo spazio esterno, come le casette economiche in legno.

Ed è proprio ciò che analizzeremo in questa guida!

I materiali delle casette da giardino

prezzi delle casette in legno economiche possono variare a seconda dello stile e della struttura. Ma c’è un aspetto che non bisogna trascurare quando si sceglie un prodotto simile: i materiali.

Questi ultimi sono assolutamente imprescindibili nella scelta delle casette in legno da giardino in offerta ed è fondamentale andare a vedere nel dettaglio.

Il tetto

Il tetto di una casetta da giardino può incidere anche sull’illuminazione da giardino poiché bisogna decidere se deve far passare un po’ di luce o meno.

Il tetto delle casette in legno da giardino economiche abitabili e non può essere principalmente di tre tipi. Quello a falde, dedicato a chi trascorre gran parte del tempo qui poiché è simile a quello di una casa ‘vera’; in forma piano, che è pensato per chi utilizza la casetta da giardino come ripostiglio; e curvo, per donare un tocco di stile in più.

A te la scelta!

Il pavimento

Il pavimento deve essere necessariamente di legno. O, almeno, sarebbe l’ideale. A meno che la casetta da giardino non ti serva per riposare e tu non debba inserire degli attrezzi pesanti.

Infatti, molte volte viene utilizzata per poggiare dei macchinari che possono arrivare a pesare anche quintali. E non tutti i materiali reggerebbero questo. Nel caso tu non avessi questa esigenza, si può optare per un qualcosa senza pavimento, a patto che la base sia liscia e piana.

Ovviamente, poi c’è da considerare tutto il fattore estetico. Anche se, in questo caso, deve essere considerato di minore importanza. Se si prende una base bella ma che non regge il peso degli attrezzi da giardino, si può rischiare di compiere dei danni notevoli.

Vanificando, poi, tutto ciò che si è pensato per poter risparmiare qualcosa.

Le aperture

Sulle aperture ci sono due schieramenti contrapposti: è meglio averle o meno? Certamente, avere una casetta con aperture può consentirti di avere una illuminazione pressoché gratuita ed esteticamente anche più carina.

Senza finestre, invece, d’altro lato, vuol dire avere più privacy – non essendoci possibilità che qualcuno possa guardare dall’esterno – e sicurezza, visto che non c’è nessuno spazio ‘debole’. Anche la manutenzione sarebbe più semplice. Perché non bisogna considerare lo spazio relativo alla finestra e, quindi, si può sistemare ciò che è riparato in maniera veloce.

Come spesso succede, ogni scelta ha dei pro e dei contro che devono essere valutati caso per caso. A seconda delle proprie esigenze e di cosa, poi, nel concreto si andrà a fare nella casetta da giardino.

Insomma, non c’è la soluzione ‘perfetta’. Dipende da te.

La rifinitura finale

Nella stragrande maggioranza dei casi, la rifinitura finale è un fatto prettamente estetico. Ma è opportuno seguire qualche linea guida. Se vuoi ‘osare’, sappi che deve andare in continuità con lo stile dello spazio esterno e della casa.

Se, ad esempio, il colore predominante è azzurro, non è che si può dipingere la casetta in rosso. O l’opposto. Inoltre, la vernice deve essere di qualità e non schiarirsi subito, considerando che dovrà affrontare pioggia, vento, caldo e, se si abita in montagna, anche la neve.

Non puoi pensare minimamente di riverniciarla ogni anno. Spenderesti tanto in tempo e soldi. E, alla lunga, ti passerà pure la voglia di avere quella casa da giardino che, magari, solo qualche mese prima desideravi ardentemente.