Consigliati

Ventilatore a colonna. I nostri consigli per scegliere quello più adatto a te

ventilatore a colonna

Con l’inizio delle bella stagione un ventilatore a colonna è il primo acquisto da mettere in lista.  Per molti il caldo può essere un nemico davvero insopportabile ma un ventilatore a colonnina può davvero fare la differenza. C’è chi preferisce affidarsi a ingombranti impianti di climatizzazione, chi a pratici ventilatori a colonna. E vi possiamo garantire che i vantaggi non sono certamente pochi. Non parliamo solo della comodità di avere un ventilatore a colonna con telecomando, ma anche degli enormi risparmi energetici che un ventilatore colonna comporta. Se non sapete quale scegliere o avete dubbi, non temete. Continuate pure a leggere il nostro post. Troverete tutte le informazioni che cercate per poter affrontare con consapevolezza il vostro acquisto.

Perché scegliere un ventilatore a colonna

I vantaggi di scegliere un ventilatore a colonna sono davvero molti. Pensiamo solo ai costi costi elevati che comportano i condizionatori. Non finisce certo qui. I ventilatori a colonna sono una risposta ai grandi consumi energetici,  con un conseguente impatto ambientale certamente più positivo rispetto ai condizionatori. Inoltre si consideri anche la comodità di un ventilatore portatile da avviare solo nel caso in cui ne avessimo bisogno. Anche esteticamente, i ventilatori a colonnina si distinguono per essere oggetti gradevoli e di design. In questa guida cercheremo di analizzare le caratteristiche principali più utili per poter acquistare il ventilatore a colonna più adatto alle vostre esigenze.

I principali vantaggi

Alcuni li abbiamo già passati in rassegna. Ma quali sono i principali vantaggi per cui comprare un ventilatore a colonna si può rivelare un’ottima scelta? Analizziamoli insieme e in maniera più approfondita.

Dimensioni ridotte

Innanzitutto le dimensioni. Quando si decide di acquistare un ventilatore a colonna si sceglie anche per il suo scarso ingombro. Come ben si sa, questi oggetti si sviluppano in verticale. La base solitamente occupa davvero poco spazio. In quanto all’altezza, questa varia a seconda dei modelli. Di solito però difficilmente superano i 150 centimetri di altezza. Maggior altezza non significa necessariamente maggior potenza. In commercio, infatti, è possibile acquistare anche ventilatori a colonna più bassi ma dalle prestazioni superiori. Infine, al termine del suo utilizzo è preferibile che la colonnina occupi il minor spazio possibile anche per poter essere conservato.

Facilità di utilizzo

La facilità di utilizzo è certamente un aspetto da considerare attentamente quando si sceglie un ventilatore a colonna. Soprattutto se non si è più giovanissimi. Quali sono le cose a cui prestare attenzione in particolare? Sicuramente come prima cosa il telecomando. Per evitare di doversi alzare ogni volta per regolarlo, è preferibile che il vostro ventilatore a colonna ne sia dotato. Altrettanto fondamentale è valutare il pannello di controllo posizionato in cima alla colonnina. I pulsanti devono essere d’immediata comprensione. Un altro punto da considerare è la presenza di un display per rendere più intuitivi e comprensibili i comandi. Non è consigliabile tenere i ventilatori accesi durante le ore di sonno, ma nel caso abbiate questa necessità? In questo caso assicuratevi che le luci del display si possano spegnere o attenuare, che esista un timer sleep e soprattutto che non sia troppo rumoroso.

Peso e manutenzione

Un ventilatore a colonna deve avere dimensioni compatte e un peso trasportabile anche dai meno dotati fisicamente. A questa caratteristica si unisce la presenza di una maniglia che semplifichi gli spostamenti. A tal proposito, un altro importante elemento da considerare è lunghezza del cavo d’alimentazione.  Assicuratevi che non sia troppo corto. Qualora voleste per qualsiasi ragione allungare il cavo, ovviamente potrete aggiungere una prolunga. Per quel che riguarda la manutenzione, infine, non necessita di grandi accortezze. Basterà un semplice panno o un piumino per eliminare la polvere dalla superficie. Più problematica potrebbe dimostrarsi la pulizia delle alette e delle griglie. In quel caso il consiglio è quello di utilizzare un aspiratore o, in alternativa,  anche in questo caso un piumino.