Consigliati

Vorwerk Folletto, tutto quello che c’è da sapere sulla scopa elettrica

Vorwerk Folletto

Vorwerk Folletto è l’elettrodomestico per antonomasia: il fido e valido alleato per le pulizie di casa. Dite per sempre addio agli acari e alla sporcizia. Nessuno può farne a meno. Lo dicono i sondaggi. Scope, spazzoloni, secchi e scovolini sono andati in pensione da tanto. Si dice che l’ingegnere Engelbert Gorissen  abbia inventato l’aspirapolvere, ispirandosi al motore del grammofono. Era il 1930. Lo chiamò “folletto”. Da allora niente fu più come prima: l’aspirapolvere folletto è il nemico giurato del disordine e soprattutto della polvere.

Vorwerk Folletto: come cambiare sacchetto folletto

La Vorwerk si conferma certamente un’azienda leader nel settore. Anche i modelli di ultima generazione, pur avendo caratteristiche specifiche, hanno una peculiarità: il sacchetto raccogli polvere, a prova di acari e allergie, lo stesso di sempre anche se in una veste nuova e all’avanguardia. Semplici da utilizzare, maneggevoli, grazie alla comoda impugnatura, l’aspirapolvere Folletto di ultima generazione si distingue per il design ergonomico e funzionale. Ma come cambiare sacchetto folletto? Rispetto al passato, è più semplice. Che tu ci creda o no,  sono necessari semplici, ma fondamentali passaggi, a seconda, ovviamente, dei vari modelli:

  • Apri lo sportello. Poi appoggia il nuovo sacchetto: lo chiamano “Filtrello Premium 3 in 1”, perché si dispiega autonomamente. Il segreto? Basta mettere in funzione l’aspirapolvere. Il livello di riempimento è indicato da innovativi led;
  • Per i modelli più vecchi, invece, devi procedere in modo diverso. Sgancia la calotta. Abbassa la levetta: è collocata a sinistra, ponendo in verticale l’aspirapolvere. Poi solleva la calotta, dove è inserito il sacchetto. Infine lo sostituisci. Tutto chiaro, vero? In ogni caso, è molto semplice. L’importante è memorizzare i passaggi, appena descritti.

Vorwerk Folletto: come scegliere l’aspirapolvere ?

Ogni scelta è difficile. Stabilisci le tue priorità. Conosci te stesso e le tue esigenze. Valuta tutto sempre e solo in relazione alla tuo appartamento o alla tua casa: considerane l’ampiezza, la superficie, le tipologie di pavimentazione e poi ovviamente le tue abitudini in materia di faccende domestiche. Come scegliere l’aspirapolvere? Di certo, quella ideale in ogni circostanza non esiste. Dipende da te e da ciò che vuoi, più dalle tue esigenze che dai tuoi desideri. Valuta dunque alcuni, fondamentali fattori tecnici:

  • Controlla l’etichetta relativa all’efficienza energetica: sarà il tuo metro di giudizio, la luce guida. I prodotti migliori sono della Classe A, garanzia di qualità almeno il più delle volte;
  • L’autonomia va considerata sempre. Solitamente l’aspirapolvere a batteria dura 40 minuti circa, quando è più efficiente; se la batteria invece è a basso al voltaggio, di autonomia ce n’è poca e si esaurisce nel giro di dieci minuti;
  • Valuta il tempo di ricarica e la potenza di aspirazione: sono fattori tecnici importanti, seppur, talvolta, ignorati. Il binomio produttività – usabilità dipende, d’altronde, proprio da ciò;
  • I sistemi di filtrazione: ce ne sono diversi, in base ai vari modelli. Il filtro HEPA, ad esempio, è il nemico giurato degli acari, ma occorre sostituire il sacchetto molto spesso; la filtrazione senza sacco è invece la tipologia più diffusa, nonché la più facile da usare. Si distingue infine per portata innovativa il sistema di filtrazione ad acqua;
  • L’alimentazione è un fattore importante. Consideralo sempe. In passato l’alimentazione era quasi sempre elettrica. Negli ultimi anni, invece, non è più così. Le aspirapolveri senza filo vengono dette cablati:  in questo caso è opportuno semplicemente collegare il cavo ad una prolunga o mettere sotto carica la batteria interna agli ioni di litio.

Vorwerk Folletto: i modelli più amati

La Vorwerk, come detto, è leader da settore da anni. Fu fondata agli inizi del ‘900. Un secolo dopo è ancora sinonimo di garanzia per l’hitech domestico. La prima aspirapolvere nacque negli anni Trenta e ricordava un folletto, da cui il nome evocativo. Oggi, rispetto al passato, la gamma di prodotti è ancora più ampia, in linea alle singole esigenze. La fascia di prezzo è larga: si va da modelli dai costi più bassi a quelli con un listino più elevato, ma comunque accessibili  a tutte le tasche. Sono disponibili anche aspirapolveri folletto rigenerati: messi a nuovo da uno staff qualificato, soddisfano i più alti standart tecnologici ad un prezzo vantaggioso. Ecco quale potresti scegliere:

  • Aspirapolvere Vorwerk Folletto Kobold Vk140 è uno dei classici. La chiamano anche scopa elettrica, perché si sviluppa in verticale ed è snodabile. Ideale per pulizie veloci e certosine: facile da utilizzare, aiuta ad eliminare la polvere anche negli angoli più nascosti ed insidiosi, sotto il letto e i mobili;
  • Aspirapolvere Vorwerk Folletto Vk 121 non passerà mai di moda. Ideale per pulire non solo i pavimenti, ma anche le superfici più rialzate, come divani, poltrone, tavoli e persino mensole.

Scegli l’aspirapolvere Vorwerk Folletto più adatta a te. Scopri modelli e kit completo qui.