Consigliati

Pitbike, ecco cosa c’è da sapere sul fenomeno del momento

Cosa sono le Pitbike? Nell’ultimo periodo questa parola sta entrando nel linguaggio comune dei più giovane e non solo. In quest’articolo proveremo a darvi tutte le informazioni necessarie di quello che è il fenomeno del momento.

Pitbike: cosa sono queste speciali moto?

Con il motore quattro tempi e cilindro orizzontale, la pitbike è una moto a tutti gli effetti. Si mostra con un telaio a culla, e delle gomme da 12′ pollici (Pitbike Motard) o pneumatico anteriore da 14” per il cross. Le pitbike sono delle moto che rispetto ai modelli tradizionali, hanno una statura minore del 30%. Non si trattano assolutamente di miniature o giocattoli per bambini. Sono quindi delle vere e proprie moto, che in molti stanno utilizzando per divertirsi.

Una vera e propria pratica sportiva, un fenomeno che è nato nel lontano 2000 negli Stati Uniti, sino a spingersi e sbarcare in Europa. Pit Bike che sono state sempre più oggetto del divertimento dei piloti di Superbike, Supercross e MotoGP. Questi sempre più spesso la utilizzano per spostarsi da una parte all’altra del paddok e non solo. Infatti diversi centauri hanno acquistato una pit bike di diverse cilindrate per girare durante il tempo libero, in pista o nelle campagne, regalandosi delle ore di divertimento.

Come si guida la pitbike?

Essendo una vera e propria moto da cross o motard, seppur in misure ridotte, queste devono essere guidate in circuiti appositi e dimensionati per questo tipo di moto. Come i migliori piloti di cross e non solo c’è bisogno di avere tutto lo spazio necessario per sfrecciare a tutta velocità e in sicurezza con il giusto abbigliamento.

Sono diversi infatti, complice la crescita del fenomeno pitbike, i tracciati su cui è possibile utilizzare questo veicolo. Dalla Lombardia, passando per il Lazio, sino alle Isole, tutto il Bel Paese ha un circuito per Regione. Quanto costa guidare la pitbike in pista? Il costo si aggira tra i 20-30 euro con iscrizione all’UISP. Per chi invece intende gareggiare, il prezzo si aggira intorno ai 50 euro per la tassa d’iscrizione: incluso nel prezzo vi sono medico, ambulanza e cronometristi per far segnare il tempo record.

Chi può guidare la pitbike?

Ovviamente per le pitbike di una bassa cilindrata, l’età del pilota può essere anche di 13-14 anni. Questo fenomeno però coinvolge anche persone più grandi. Infatti gran parte dei praticanti ha un’età che si aggira tra i 20 e i 30 anni. Occhio anche alla vecchia guardia, con cinquantenni che si mettono in gioco.

  • Cosa serve per guidare la pitbike?

Nulla. Infatti non si necessiatà della patente per guidare la pitbike. Questo purché l’utilizzo avvenga in aree private.Infatti sulle strade pubbliche, si può essere soggetto a fermo da parte delle forze dell’ordine.

  • Pitbike personalizzata: come renderla unica

Sono diverse le persone che partono dal manubrio sino ad arrivare al motore elaborandolo e cambiandone le prestazioni delle diverse cilindrate.

  • Quali sono le cilindrate della pit bike?

Vi sono diverse cilindrate. Si parte dai motori di 50 cc, sino a quelli da 250 cc. Ovviamente potenza e velocità variano a seconda delle cilindrate. Ovviamente i prezzi delle pit bike, variano a seconda di queste cilindrate, ma anche dei diversi componenti (sospensioni, telaio, etc..).

  • Come evitare gli infortuni su pitbike?

Ovviamente andando piano! O meglio evitare di superare il limite, almeno quando si è alle prime armi. Moto piccola con probabilità di infortunio inferiore. Questo però non significa che non sono necessarie le diverse protezioni. Il nostro consiglio è quello di girare con casco e protezioni come tutti coloro che utilizzano le ‘vere’ moto.

Dove comprare le pitbike?

Ovviamente oltre al mercato tradizionale dei rivenditori autorizzati, ossia i pit bike store o pit bike shop, il fenomeno delle pit bike è esploso ormai da diverso tempo su internet. Qui infatti si trovano nuovi modelli a prezzi davvero convenienti.

C’è chi vende anche dei modelli usati, ma ovviamente si trovano modelli nuovi e con componenti di primissima qualità – utili a sfrecciare in sicurezza – che toccano prezzi vicini ai 2.000 euro. Diversi i marchi delle pitbike, tra cui spiccano la NCX Moto e la LEM Moto. Ora non resta che scegliere il proprio modello e correre in pista, ma con la giusta prudenza!

[product catid=”1365″ limit=”12″ blockname=”PitBike” template=”catalog/product/list_featured_slider.phtml”]