Consigliati

Cucce per cani da interno: guida alla scelta e al posizionamento

Quante tipologie di cucce per cani da interno esistono sul mercato? Prima di procedere con l’acquisto, bisogna tener conto delle dimensioni, del materiale, delle forme, dei colori ed anche del suo posizionamento. Una mini guida alla scelta e al posizionamento delle cucce per cani da interno è dunque doverosa!

Perché è importante una cuccia

Innanzitutto partiamo dal capire la vera importanza di un posto personale dove il nostro cane possa riposare e trovare pace. La cuccia non è semplicemente il luogo dove l’animale andrà a dormire, è molto di più. Il coach della relazione col cane Angelo Vaira la identifica come un’isola felice: una fonte di riposo e tranquillità, che deve essere sempre a disposizione del cane. In uno dei suoi libri consiglia, tra le varie cose, di evitare di disturbare il nostro amico a quattro zampe quando è a riposo nella sua cuccia. Comprendere le necessità e il linguaggio del nostro animale domestico risulta fondamentale per avviare una splendida relazione.

Cucce per cani da interno: cuscini e brandine

A prescindere dal materiale e dalle dimensioni, la prima scelta da sostenere è quella tra cuscino e brandina. Il cuscino è soffice e facilmente trasportabile, la brandina ha una struttura più rigida e solida. Ma la sostanziale differenza tra un cuscino ed una brandina è il contatto con il suolo. Mentre il cuscino è direttamente poggiato sul pavimento di casa, la brandina è invece sollevata da terra. Entrambe sono ideali per i cani di qualunque stazza.

Per i cani di taglia piccola vi è anche una sicurezza psicologica maggiore: possono controllare meglio l’ambiente circostante. Anche se in casa non vi è alcun tipo di pericolo per il cane, istintivamente si sentirà più riparato su una posizione rialzata.

Discorso differente per i cani più anziani, con problemi di natura muscolare o scheletrica: prediligi un cuscino come cuccia. Per un cane che fa fatica a camminare, superare un gradino per salire sulla brandina può essere davvero difficile.

Cucce per cani da interno: materiale

Prima dell’estetica, c’è bisogno di scegliere un articolo adeguato e funzionale al nostro animale.

Se scegli una cuccia rigida: bada alle dimensioni del tuo cane. Se il tuo cane è cucciolo, puoi anche acquistare un’unica cuccia, un po’ più grande, rapportata alla sua futura stazza.
In commercio esistono le brandine, le vasche in plastica o le ceste. Aggiungi sempre un cuscino o una copertina da mettere sopra (o all’interno) in modo da renderla morbida e calda.

Se scegli una cuccia morbida: pensa al lavaggio. Prediligi cuscini sfoderabili e lavabili in lavatrice in modo da garantire sempre un’adeguata igiene. Inoltre, scegli materiali ipoallergenici in modo da proteggere il cane da acari, allergeni e parassiti di ogni genere.

Posizionamento della cuccia

Una volta effettuata la scelta tra le varie cucce per cani da interno, non resta che decidere dove posizionarla.

L’ideale per il tuo amico è quello di avere due cucce: una nella stanza in cui la famiglia passa più ore durante la giornata (ad esempio lo studio, se lavori in casa) e una per l’intera notte. Puoi decidere tranquillamente se posizionare “la cuccia della notte” nella tua stessa stanza da letto o addirittura lasciarlo dormire sul tuo letto. Secondo il coach, non si commette nessun tipo di errore.

Elemento fondamentale nel posizionamento della cuccia del tuo cane è il passaggio. Evita i luoghi di passaggio: non permettono un relax completo. Prediligi una postazione interna alla stanza, magari rivolta verso l’ingresso in modo che l’animale abbia una visuale sul punto di accesso. In questo modo, garantisci poco disturbo e una buona visuale sugli eventuali pericoli.

Infine, è doveroso ricordare di scegliere cucce per cani da interno di buona qualità. Alcuni materiali potrebbero essere tossici o potrebbero danneggiarsi facilmente. Dunque, è sempre meglio prestare la giusta attenzione negli acquisti.

[product catid=”782″ limit=”12″ blockname=”Cucce” template=”catalog/product/list_featured_slider.phtml”]