Consigliati

Kokedama: un trend di decorazione in crescita

I kokedama sono ormai un vero e proprio trend per la decorazione indoor: l’atmosfera zen e sorprendente che donano all’ambiente è senza dubbio affascinante. Scegli di arredare in modo unico la tua casa con queste piccole creazioni sospese: scopri cosa sono!

Che cos’è un kokedama

I kokedama sono delle sfere vegetali, dirette parenti dei bonsai. La particolarità di queste piante risiede nell’assenza di vaso. Infatti, le radici vengono avvolte in uno strato di argilla e terreno per poi essere ricoperte di muschio. Il risultato è una sfera compatta da esibire su un vassoio oppure da sospendere al soffitto.

Le piante scelte sono destinate a restare di dimensioni ridotte, visto la grandezza della sfera, e si prediligono piante sempreverdi. Ma in realtà le varietà di piante e fiori da utilizzare per la realizzazione di kokedama è davvero ampia. Sta solo a te la scelta!

Le sfere di kokedama possono essere combinate per creare composizioni e installazioni di decorazioni vegetali sorprendenti. Le piante possono essere collocate in modo casuale oppure ponderato, seguendo la simmetria o l’asimmetria, prediligendo il monocolore o il multicolore. La decorazione diventa insomma una vera e propria poesia per gli occhi in grado di animare lo spazio in cui si colloca.

Origini del kokedama

Le origini di questa decorazione risalgono alla tradizione giapponese, al periodo Edo. L’importanza tecnica legata all’artigianalità del giardinaggio era davvero significativa. Basti pensare che durante quel periodo, si estraeva il bonsai dal suo vaso per godere della bellezza delle sue radici.

La traduzione letterale del termine è “perla di muschio”. Infatti, gli ideogrammi della parola kokedama sono koke, che significa “muschio”, e dama, che significa “perla”. Nascono come alternativa estetica alla coltivazione in vaso e spesso sono legate a leggende di contadini.

 

Come si realizza un kokedama

La realizzazione di un kokedama segue una tecnica ben precisa, ma molto semplice da eseguire. Ecco come si fa un kokedama:

  • Per la creare la sfera, hai bisogno di terriccio da gerani (o akadama) e torba. Mescola due parti di terriccio e una parte di torba aggiungendo poca acqua.
  • Hai inoltre bisogno di filo di cotone o di spago per tenere la forma della sfera. Andranno bene anche delle piccole reti fini e filo di nylon.
  • Pronta la sfera, inserisci la pianta: dopo aver pulito le radici, avvolgile nello sfagno bagnato, legato tutto attorno col filo di cotone e vaporizza spesso.
  • Avvolgi la sfera con il muschio, che deve presentare uno spessore di 1 cm circa. Abbi cura di fissarlo bene con del filo.
  • Una volta creato il kokedama, lascialo in ammollo in acqua per un paio di ore. Infine, sgocciolato per bene, puoi posizionarlo nel luogo definitivo.

Come curare un kokedama

La cura e la manutenzione di queste piante è molto semplice: nebulizza regolarmente la pianta con uno spruzzino e prediligi un immersione in acqua durante i periodi più caldi.
Non temere se durante la fase di assestamento la pianta perde foglie o fiori: è una conseguenza del tutto naturale.
Evita maltrattamenti, gestiscila con accortezza e fai attenzione a non farla marcire con troppa acqua.
Scegliere le piante indoor per decorare i propri ambienti è un trend davvero diffuso nel mondo dell’interior design, grazie allo stupore e al benessere che suscitano. Non dimenticare che, oltre ai kokedama, esistono anche i giardini verticali come soluzione decorativa.

[product catid=”681″ limit=”12″ blockname=”Giardinaggio” template=”catalog/product/list_featured_slider.phtml”]