Consigliati

Gazebo, quale scegliere? Ecco la guida di GiordanoShop

Gazebo

Un giardino senza gazebo è come un prato senza fiori. Al di là di questa metafora, però, che può sembrare anche eccessiva, l’importanza di uno spazio di relax all’interno di un ambiente è fondamentale. Altrimenti, avresti soltanto metri quadrati a disposizione sprecati.

Infatti, oggi, un gazebo è più di un semplice luogo dove rilassarsi. È un’emanazione di noi stessi, dell’abitazione, della casa. E, proprio per questo, è importante fare in modo che ci piaccia e, soprattutto, che sia resistente alle intemperie del tempo.

Le tipologie di gazebo più diffuse sono due: in legno e in ferro. E sono proprio quelle che andremo a vedere in questo approfondimento. Per capire, quindi, quando scegliere l’uno e quando l’altro.

Gazebo in legno, le caratteristiche

Uno dei vantaggi principali dell’avere un gazebo da giardino in legno riguarda sicuramente l’estetica. Certo, ognuno può avere i propri gusti personali, ma di per sé un gazebo in legno è più gradevole rispetto a quello in ferro.

Anche perché esalta la caratteristica rurale del giardino stesso, senza snaturarlo. Inoltre, con i nuovi modelli che ci sono oggi in circolazione, si adatta tranquillamente a un’ambientazione moderna, senza alcun tipo di problema.

Inoltre, da sottolineare che il legno non è univoco. Anzi, esistono diverse tipologie che possono essere usate per specifiche esigenze. Un esempio? Quello che viene più utilizzato per un gazebo da giardino è sicuramente il teak, uno dei generi di legname più resistente. Qui, però, casca l’asino.

Una delle controindicazioni rispetto al gazebo in ferro riguarda proprio la resistenza. Il gazebo da giardino in legno, infatti, non è certamente famoso per la sua resistenza. No, non stiamo parlando degli urti che può ricevere, ma della pioggia o della grandine. Il legno tende ad assorbire l’acqua e, quindi, a diventare più malleabile. Una peculiarità che rischia di crearti qualche danno qualora non dovessi apportare la giusta manutenzione ordinaria.

Senza dimenticare che, inoltre, con il tempo rischia di perdere un po’ di colore e a perdere la tonalità che aveva all’inizio. È, però, praticamente una delle poche controindicazioni, anche perché il gazebo da giardino in legno è estremamente economico. Quindi se anche tu vuoi avere un’area riservata alle chiacchiere in compagnia senza spendere troppi soldi, il gazebo in legno è ciò che fa al caso tuo.

Gazebo in ferro, le caratteristiche

Il gazebo in ferro ha caratteristiche esattamente opposto a quello in legno. In primis la resistenza: in questo caso è notevolmente maggiore. Avere un gazebo in ferro, infatti, significa che hai una struttura, salvo casi particolari, che può durare diversi anni. E che, soprattutto, resistente al caldo, al freddo, all’afa e al gelo. Senza alcun tipo di problema.

D’altra parte, però, è meno bello esteticamente. Un gazebo in ferro non dà lo stesso effetto di quello in legno, poiché non ha quella tonalità di colori e quell’effetto rustico tipici, appunto, del legno. Anche se, però, c’è da dire che le ultime versioni di gazebo in ferro stanno puntando molto sull’estetica.

A parte questo tallone d’Achille, però, c’è da considerare che il gazebo in ferro costa mediamente anche di più con un prezzo di solito più alto. Ciò è dovuto ai materiali con cui viene realizzato e, quindi, alla qualità del prodotto stesso. Se privilegi la resistenza e la durezza rispetto all’estetica, devi optare per il gazebo in ferro. Se, però, dai molta importanza all’estetica, allora scegli quello in legno.

Come rapporto qualità/prezzo ci si divide molto proprio perché in questo caso è molto soggettivo. Avendo caratteristiche completamente opposte, è anche facile trovare opinioni divergenti. In altre parole, tutto dipende dai tuoi gusti, dalle tue esigenze e da ciò che pretendi da un gazebo.