Consigliati

Bici elettrica, come scegliere la migliore? Ecco i nostri consigli

bici elettrica

Con il nuovo Decreto rilancio è stato lanciato un interessante bonus bici elettriche che non puoi assolutamente lasciarti scappare! Ma come scegliere la migliore bici elettrica? Ecco i nostri consigli per acquistarla in base ad una migliore autonomia e capacità della batteria. Particolare attenzione, anche sull’importanza della leggerezza della struttura e ai migliori materiali come la lega di acciaio e l’alluminio regolabile per il manubrio.

 Bici elettriche, cosa prevede la normativa italiana

Un mezzo ecologico ma che offre ottime prestazioni per l’utilizzo in città e per piccoli spostamenti, la bici elettrica è regolata dalla direttiva 2002/24/CE.

La suddetta direttiva, stabilisce che rientrano in questi modelli tutte quelle bici elettriche dotate di un motore con una potenza non superiore ai 250W. Tale motore, tra l’altro, si attiva solo durante la pedalata. Inoltre, è in grado di raggiungere velocità contenute e comunque mai superiori ai 25Km/h.

Se in presenza di questi requisiti, la bici elettrica è a pedalata assistita. Può essere guidata comodamente in città con l’ausilio di un motore elettrico, che entra in funzione non appena presente una piccola pressione sui pedali. Vantaggi, anche su una minore fatica sul suo utilizzo rispetto ad una classica bicicletta.

 La bici elettrica, come sceglierla in base a migliori batterie e strutture leggere

 

Diverse sono le componenti della bici elettrica che è bene conoscere per procedere ad un acquisto ottimale sui migliori modelli. Si inizia dalla batteria elettrica e della carica massima per un pieno utilizzo al massimo delle prestazioni. A tal proposito, sono soprattutto le batterie al litio ad essere tra le più consigliate. Questo perchè offrono una maggiore autonomia e minor tempo di ricarica rispetto alle batterie a nichel o al piombo gel.

Anche la capacità della batteria è determinante per un buon funzionamento della bici elettrica. In pratica, è la quantità di Watt ovvero di energia richiesta dal motore in base ai Km orari da realizzare. Una buona capacità, per intenderci, è di almeno 360 Watt all’ora. Inoltre, può essere utile caricare tale batteria sempre al 100% e mai poco dopo il suo utilizzo quando è ancora troppo calda.

Altri elementi per valutare al meglio la bici elettrica? Senza dubbio il peso della sua struttura con un range sotto i 25Kg. Questo perché è da sostenere in modo adeguato il peso del motore e della batteria. Nello stesso tempo, è da assicurare una libertà di movimento all’utente con un modello che presenti una maggiore stabilità in fase di guida. Per il materiale, è da privilegiare, sempre per un discorso di leggerezza in fase di guida, la lega di acciaio. Per il manubrio, invece, è consigliabile scegliere un materiale come un alluminio regolabile.

 Ecco i nostri consigli per la bicicletta elettrica sulle migliori marche

Nel nostro e-commerce, è presente una ampia varietà di biciclette elettriche e con marche molto attente anche ai più piccoli dettagli.

Vi è ad esempio il modello della IMT per uomo, pensato sia per raggiungere in modo più pratico il posto di lavoro e sia per il tempo libero. La batteria, è il suo punto di forza ed è molto leggera e facile da caricare. Inoltre, si presenta con un telaio installato al suo interno con lega di acciaio ovvero tra le migliori in commercio.

Tale modello, è anche realizzato per il massimo comfort dell’uomo con una sella comoda e con protezione prostata. Non mancano anche modelli della IMT come la 27,5 a pedalata assistita Verde e Nera con un peso tra i più leggeri della struttura di 23Kg e una sella sportiva e confortevole.

Tra le migliori marche, infine, non possiamo non menzionare la Luftek. Tra i suoi pregi? Un tempo di carica molto veloce, sella anatomica per un ottimo comfort e manubrio regolabile in lega di alluminio con computer di bordo con display LCD.