Consigliati

Scale interne, come scegliere le migliori per la tua casa

Le scale interne, sono soluzioni comode e utilissime per valorizzare uno spazio in casa e per una migliore distribuzione dei vari ambienti. Cosa valutare per non sbagliare? Senza dubbio scegliendo il migliore modello anche in base alle misure disponibili. E optando, per una scala per interni laddove lo spazio è più ridotto e soluzioni prefabbricate in caso contrario.

Scale interne, dai modelli in muratura a quelli prefabbricati

Come accennato inizialmente, lo spazio è determinante per scegliere l’ampiezza delle scale interne. Al riguardo, quelle più utilizzate in tale ambito sono quelle in muratura. Tra i pregi? Una maggiore resistenza e migliore estetica presente nei suddetti modelli.

Tuttavia, i modelli in muratura occupano anche più spazio. Senza contare che in fase di installazione, richiedono una manodopera più specifica per la progettazione e la posa in opera. Motivo per cui, si propende il più delle volte per ottime opzioni come le scale interne prefabbricate. Di cosa si tratta? Di scale molto veloci da installare poiché realizzate in moduli predefiniti da poter montare all’occorrenza e senza occupare molto spazio.

Questi modelli, sono quindi molto più funzionali e adatti per creare un secondo piano raggiungibile da delle comode scale. Attenzione, però, a scegliere comunque scale interne prefabbricate con una buona distanza tra un gradino all’altro e che siano in grado di sorreggere bene il peso standard dei suoi componenti. Sì, anche a modelli non ingombranti e che all’occorrenza possono essere facilmente smontati per ripristinare l’ambiente di casa originale.

Scale interne, stili e materiali migliori per la tua casa

Per scegliere le scale interne è poi da valutare attentamente anche lo stile da voler dare come impronta di arredo. Se in passato, infatti, veniva utilizzata la classica scala interna con rampa e con distanziamenti tra un gradino all’altro, non mancano anche soluzioni ad effetto come l’opzione a chiocciola o a scomparsa.

Nel primo caso, parliamo di una struttura fissa in cui sono fissati i gradini. Dettaglio immancabile, un coprimano realizzato secondo uno stile tipo chiocciola, molto elegante e soprattutto dall’ingombro ridotto. Nel secondo caso, parliamo di una scala per interni con un vano contenitivo. I vantaggi di quest’ultima soluzione? La semplicità di installazione senza lavori di ristrutturazione e con modelli che si aprono e chiudono all’occorrenza.

Viene da sé, che nel caso in cui l’obiettivo è collegare due stanze in modo discreto ed elegante, la scala per interni a chiocciola non può assolutamente mancare. Soluzione comoda e funzionale, anche nel caso di frequente utilizzo delle suddette scale. Viceversa, se si tratta di stanze piccole e poco utilizzate come un ripostiglio, è impensabile non optare per scale per interni a scomparsa.

I migliori materiali e colori per scale interne prefabbricate

Ora che hai ben chiare le principali differenze tra scale per interni a scomparsa, a rampa o a chiocciola, puoi concentrarti sui piccoli dettagli come materiali e colori. Per quanto riguarda i materiali da utilizzare per delle scale interne prefabbricate, è fondamentale soprattutto l’utilizzo scelto per questi modelli.

Nel caso di scale di collegamento ad un ripostiglio, ad esempio, vetro e metallo sono meno costosi. Tuttavia, sono comunque molto affidabili in termini di resistenza. Inoltre, è possibile optare per dei colori classici come il bianco o nero o colori più vivaci per gli amanti di un arredo moderno.

Viceversa, è il legno a dover essere la scelta numero uno per estetica, resistenza e affidabilità. E dove i colori naturali di questo materiale ti sorprenderanno per gusto e design.  Infine, è bene richiedere un preventivo gratuito da parte di imprese specializzate nel settore. Questo, al fine di valorizzare ogni spazio a disposizione e definire anche le eventuali autorizzazioni come la Scia da richiedere al proprio Comune di riferimento per i modelli fissi a rampa o a chioccola.