Consigliati

Lampada ad incasso, come scegliere quella più adatta a te

lampada ad incasso

Le lampade ad incasso sono un complemento d’arredo discreto ma efficace.  Molte case, soprattutto le più moderne, sono arredate utilizzando la tipologia di lampada ad incasso. Utilizzare una lampada da incasso, permette di avere immediatamente un ambiente illuminato ma senza inutili sprechi di spazi. I vantaggi di questo utilissimo complemento d’arredo sono innumerevoli. La sua utilità è evidente soprattutto se non si vogliono illuminare spazi troppo ampi. Continua a leggere e segui i nostri utili consigli se vuoi saperne di più sulle lampade ad incasso. Alla fine di questo articolo potrai disporre di tutte le informazioni utili per poter scegliere la lampada incasso più adatta alle esigenze dei tuoi ambienti.

Lampada ad incasso, come sceglierle

Se stai pensando all’acquisto di lampade a parete, è utile approfondire l’argomento. Le tipologie di lampade da incasso sono innumerevoli e si prestano bene per differenti ambienti. Vediamo insieme come scegliere la tipologia di lampada ad incasso che fa più al caso tuo. Per iniziare bisogna sapere che questo particolare modello di lampada trova il suo habitat naturale negli ambienti dal design moderno e industrial. Allo stesso tempo, però, non disdegna, di tanto in tanto, qualche capatina anche in spazi dalle forme più classiche ed eleganti. Analizziamo insieme le caratteristiche dei due modelli principali di lampade ad incasso per capire insieme quello che può più fare al caso vostro.

  • Faretto.  Quella del cosiddetto faretto è senza dubbio una categoria molto ampia. Questo perché tantissimi sono i modelli a disposizione. Tanti quanti sono i gusti di ciascuno. In commercio, infatti si possono trovare faretti dalle linee futuristiche e dai materiali freddi e metallici. Allo stesso tempo, però è possibile trovare faretti con protezione in materiali e forme più calde come la ceramica. Quel che è certo è che l’utilizzo del faretto comporta innumerevoli vantaggi. Ma questi li vedremo continuando a leggere.
  • Lampada ad incasso. La seconda categoria, come quella dei faretti, è una categoria è davvero molto ampia. Quando parliamo di lampade ad incasso, infatti, si va dagli elegantissimi pannelli a led contraddistinti da modelli di design, alle pratiche lampade segnapasso, utilissime sia in ambienti interni che esterni. Ora che abbiamo analizzato le principali categorie di lampade da incasso, passiamo ad analizzarne i vantaggi.

Lampada ad incasso, vantaggi e svantaggi

Le lampade da incasso sono richiestissime oggigiorno, tanto da essere diventate un vero trend nel settore dell’arredamento. Richiestissime, dunque, bellissime e super pratiche, il loro utilizzo ha di certo dei grandi vantaggi, ma anche degli svantaggi. Continua pure a leggere per saperne di più.

I vantaggi 

Le luci da incasso sono diventate un trend dell’arredamento negli ultimi tempi anche se non sono da considerarsi una novità assoluta. Prima venivano utilizzate, in particolar modo, in ambito lavorativo e più difficilmente in un’abitazione. Questo perché hanno il potere di sottolineare degli spazi, creando coni di luce fissi e intensi. Questo dona loro un forte potere scenografico che oggi, nelle abitazioni, viene sfruttato in diverse soluzioni. In particolare le lampade da incasso sottolineano percorsi come viali esterni o corridoi, oppure sono chiamate ad evidenziare angoli specifici della casa. Un altro vantaggio è quello del dimmer che permette di dosare l’intensità e il calore della luce. Inoltre, com’è noto, i led costituiscono una tipologia di illuminazione ecologica ed economica.

Suggerimenti

Come  si è capito, la scelta di una lampada ad incasso porta con sé più vantaggi che svantaggi. Uno svantaggio però potrebbe essere sbagliare la funzione di questa tipologia di illuminazione. Come si è già detto, una delle caratteristiche della lampada ad incasso è quella di dirigere il fascio di luce su un unico punto per enfatizzarlo. Questo significa che il faretto non è preposto ad illuminare ampi porzioni di spazio Per risolvere questo problema, basterà semplicemente affiancare ai vostri faretti, altre fonti di illuminazione più diffusa. Infine, un ultimo consiglio potrebbe essere quello di soffermarsi sulla composizione della muratura nella quale dovrà essere incassata la vostra lampada. Questa analisi, ovviamente, deve avvenire prima della scelta e dell’eventuale acquisto. Il nostro consiglio è quello di prediligere tipologie di murature “morbide”, perché la lampada dovrà essere inglobata in larga parte dalla parete. Per risolvere, bisognerà semplicemente ricorrere al cartongesso per la realizzazione di controsoffitti, pareti e divisori. Ora che avete a disposizione tutte le informazioni più utili sull’argomento, siete decisamente pronti ad affrontare la scelta della lampada ad incasso più adatta alle vostre esigenze.