Consigliati

Assi da stiro, come sceglierle e quali sono le migliori?

Per stirare al meglio senza fatica e con buona sicurezza per altezza e stabilità della struttura, è buona abitudine acquistare contestualmente sia ferro e sia assi da stiro. Quest’ultimi, non devono essere visti semplicemente come piano di appoggio. Devono permettere, infatti, di poter realizzare questa attività nel migliore dei modi.

Da cosa partire per l’acquisto degli assi da stiro

Gli assi da stiro devono essere sicuri. Ciò, si assicura con la scelta di un modello stabile con un cavalletto solido e una altezza regolabile. Il cavalletto, è ciò che permette all’asse stiro di restare in piedi. Evitare, in particolare, che possa piegarsi in fase di stiratura, con forti danni in termini di sicurezza. Tra i materiali più economici, la plastica. Quest’ultima, però, è più esposta a danneggiamenti nel breve termine, poiché ne risente maggiormente di fenomeni come umidità e ruggine nel corso del tempo.

Meglio preferire, materiali in metallo e plastica, per una maggiore resistenza e forza a fattori di usura.  Altro importante elemento per la sicurezza delle asse da stiro, riguarda la loro altezza. Gli assi da stiro classici, presentano una altezza fissa e difficilmente regolabile. Ottimi, nel caso in cui non si ha l’abitudine di stirare frequentemente per molti minuti. Viceversa, è assolutamente da optare per modelli con una altezza regolabile. Perchè? Per creare i presupposti per un modello che segua anche il proprio corpo. Vantaggi ulteriori, pure su una corretta postura e su una minore fatica in fase di stiratura.

Asse da stiro, attenzione anche agli elementi di contorno come griglia e imbottitura

Nella valutazione dei modelli da acquistare tra i migliori assi da stiro, non è da sottovalutare gli elementi di contorno come la griglia e l’imbottitura. La prima, assicura una base solida in cui poter poggiare il ferro caldo. Molti modelli, presentano degli ulteriori ripiani per appoggiare i panni da stirare nelle vicinanze e offrire al riguardo il massimo comfort in fase di stiratura. L’imbottitura. Invece, evita di avere uno stretto contatto con la griglia e quindi con il calore del ferro caldo. Nello stesso tempo, è il più delle volte formato da un tessuto ignifugo, che ancora una volta rende più confortevole stirare con un ferro abbastanza caldo.

Fondamentale, la scelta dei modelli di asse da stiro in base al ferro utilizzato. Se si tratta di prodotti senza caldaia, allora gli assi da stiro classici leggeri e pieghevoli sono tra i migliori. Se invece, è presente una caldaia, l’asse da stiro deve essere più solido e supportare il maggiore peso del ferro da stiro con la caldaia. C’è poi, chi valuta opzioni alternative alle asse stiro, come mobiletti salvaspazio con all’interno sia il ferro e sia l’asse. In questo caso, però, è richiesto molto spazio in casa o addirittura una stanza apposita da destinare alla lavanderia, aggiungendo altri prodotti utili in tale contesto come lavatrice e asciugabiancheria.

Come stirare i principali capi di casa

Per gli utilizzi di tutti i giorni, assi da stiro con le caratteristiche base di cavalletto forte, altezza regolabile e buona imbottitura sono il massimo che c’è. Permettono, infatti, di avere le migliori condizioni per stirare i propri panni. Ma come stirare? Tutto dipende dal capo scelto e poggiato sull’asse da stiro. Una maglietta o un pantalone, ad esempio, possono essere appoggiati in mezzo alla base dell’asse, avendo cura di stirare prima la parte di dietro e poi la parte in avanti.

Per le magliette, attenzione pure ai piccoli dettagli come colletto e maniche, mentre per i pantoloni, occhio ad una piccola e veloce stiratura sulle tasche esterne. Se invece si tratta di una camicia, allora è determinante aver acquistato in precedenza un asse da stiro forte. Questo perché, nell’angolo del suddetto asse si potrà appoggiare la camicia per una prima stiratura e poi continuare come visto per le magliette, stirando colletto e maniche. Dai un’occhiata qui per scegliere le migliori assi da stiro.