Consigliati

Forni elettrici, quale scegliere? Prezzi, caratteristiche e molto altro

forni elettrici

Forni elettrici: ma quale scegliere? Modelli migliorati e con tante utili funzioni come il ventilato e la pizza, scegliere dei forni elettrici, richiede attenzione ai particolari. Come? Sono da raccogliere tutte le caratteristiche che si ricercano in questo importante prodotto e le dimensioni a disposizione. In base al suddetto spazio e alle tipologie di cottura desiderate, due sono le opzioni più richieste: forni elettrici da incasso e fornetti elettrici.

Forni elettrici come scegliere i migliori modelli

I più noti, sono i forni elettrici ventilato ovvero dei modelli che mantengono costante la temperatura durante tutta la cottura. Il vantaggio di queste soluzioni, è di distribuire in modo uniforme il calore con una ventola, rendendo la procedura di preparazione più veloce e gustosa. Se cucini soprattutto pietanze complesse come pollo o arrosti, allora i forni elettrici ventilati sono immancabili nella tua casa. Per il funzionamento elettrico, invece, c’è da aggiungere che è tra i più sicuri. Se scelta una buona classe energetica, equilibra anche il discorso di un buon risparmio energetico rispetto ai modelli a gas.

Un forno elettrico, permette di regolare la temperatura mediante un termostato e nel caso di opzione grill, per la pietanze che in genere richiedono molto tempo per la cottura, raggiungono temperatura più elevate in modo semplice e veloce. Vi è l’opzione statica, adatta per la cottura del pane o della pizza e a vapore per la preparazione di arrosti. Perché? Per la presenza di due differenti resistenze, che offrono delle cotture specifiche nella parte superiore e inferiore del forno nel primo caso e di una modalità che assicura una buona umidità in cottura per piatti più ricchi di succhi, per il secondo caso. Inoltre, permettono di raggiungere una doratura migliore sui cibi nella parte finale della cottura.

I forni elettrici da incasso, cosa sono e quando sceglierli?

Un forno elettrico ventilato, è in pratica molto simile alla versione statica. Tuttavia, si differenzia per una cottura molto più uniforme e da poter utilizzare per la preparazione pure di primi piatti (pasta al forno o lasagne) e di dolci. Oltre al riscaldamento dall’alto e dal basso, infatti, questo modello si presenta con una ventola. Quest’ultima, favorisce una cottura più uniforme e omogenea sulle pietanze. Per quanto riguarda l’ installazione, due sono le principali modalità possibili: a libera installazione o a incasso.

Nel primo caso, vi è una maggiore libertà sul dove posizionarli. In genere, ciò avviene nelle vicinanze di un piano cottura, per creare un unico spazio in cui dedicarsi alla cucina. Nel secondo caso dei forni elettrici da incasso, si tratta di modelli realizzati su misura. Lo stesso, è poi inserito in un vano della cucina su misura o componibile e completato con una cornice esterna.

Quali differenze con un fornetto elettrico?

I forni elettrici professionali, sono il top del settore per i bassi consumi energetici e per una diffusione uniforme del calore su cibi. Vantano, modelli specifici per cotture a vapore o con forni elettrici per pizza, da poter valutare nel caso in cui si privilegiano questo tipo di preparazioni. Spesso, però, occupano troppo spazio, motivo per cui, i fornetti elettrici, sono ulteriori modelli da considerare in questa fase. Vantaggi, anche sui minori costi di un fornetto da incasso. Tante offerte interessanti per prezzi, presenti sui principali e migliori e-commerce.

E per le funzioni principali di questi modelli? Si parte da un fornetto statico, in grado di adattarsi alle più comuni preparazioni. Presenta, un maggiore consumo di energia soprattutto nella fase di accensione, per poi mantenere costante senza alcun problema la temperatura raggiunta. Ideale, nel caso in cui non ci sia un grande utilizzo in cucina del suddetto modello e si alternino anche altri sistemi come dei piani cottura, per cucinare le varie pietanze in cucina. Altro modello molto importante di questa linea, è il fornetto elettrico ventilato. Quest’ultimo, consuma di meno rispetto alla opzione statica e la ventola, distribuisce in modo più uniforme il calore. Non necessita, quindi, di un forte carico di energia elettrica per raggiungere le massime temperature richieste per una buona cottura.