Consigliati

Viaggio in bici: partire preparati e organizzati

Semplici consigli su come programmare un fantastico viaggio in bici

 

Scegliere di intraprendere un viaggio in bici può costituire una delle esperienze più performanti e significative della tua vita: a stretto contatto con i luoghi che si attraversano, con te stesso e con la comitiva che scegli. Percorrere in modo consapevole e attivo tutti i luoghi per giungere alla meta prestabilita, che costituisce un semplice obiettivo: l’importante è il viaggio e non la destinazione.
Per vivere al meglio questa esperienza, senza pericoli e con l’organizzazione giusta, mettiamo a disposizione questi semplici consigli per affrontare un fantastico viaggio in bici!

 

Scegliere il percorso del viaggio in bici

Per ovvie ragioni, i percorsi più semplici sono vivamente consigliati a chi si trova ad intraprendere per la prima volta un viaggio in bici e a chi non è molto allenato fisicamente. Le piccole difficoltà che si possono incontrare permettono di tornare ad una base sicura in caso di imprevisti o all’incorrere di problemi. Essere obiettivi e scegliere itinerari alla propria portata è la base consapevole dell’inizio di un viaggio in bici.
Inutile provare itinerari faticosi e percorsi molto lunghi: si vanificherebbe senza motivo il viaggio in bici, rendendolo molto frustrante.

Una volta scelto il percorso, bisogna studiarlo in anticipo: documentarsi in modo approfondito sulla zona scelta, scoprire se ci sono dei cambiamenti territoriali, prevedere possibili pericoli e problematiche che possono arrivare percorrendolo è il modo migliore per prevenire spiacevoli inconvenienti. Consultare guide ed itinerari online o anche affidarsi ad un ente di cicloturismo della zona possono rappresentare un punto riferimento per ricavare informazioni utili.

 

Fonte: Pexels

 

Quanto bisogna essere allenati per intraprendere un viaggio in bici?

Per intraprendere un viaggio in bici non è indispensabile avere una perfetta preparazione atletica, non è necessario passare ore e ore in bici durante la settimana in vista di una vacanza estiva. Lo sforzo fisico (e mentale) diverrebbe troppo stressante, andando anche a smorzare lo spirito del viaggio.
Il consiglio è quello sì, di essere in forma, ma con sessioni di allenamento costante e moderato: un esempio potrebbe rappresentare una pedalata di un paio di ore alla velocità di 10/15 km/h per un paio di giorni alla settimana. Un piano di allenamento simile a questo dovrebbe garantirvi di sostenere un viaggio in bicicletta sufficiente a percorrere buone distanze ad un buon ritmo: utile a proseguire col viaggio, ma che permettono di godere dei panorami.

 

Fonte: Pixabay

 

Quale bicicletta ed equipaggiamento?

Ci troviamo adesso a pensare al nostro mezzo protagonista: quale bicicletta acquistare? Quali bagagli scegliere? Se non possiedi ancora una bicicletta e pensi di acquistarla in vista del viaggio in bici, evita una spesa troppo esosa se pensi di non utilizzarla anche durante l’anno e, soprattutto, se pensi che viaggerai in bici una tantum. È bene scegliere, dunque, una bicicletta robusta ma leggera, con cambio e che permetta di avere una postura comoda per l’intero tragitto.

Un buon portabagagli deve essere robusto ed è preferibile agganciarlo al lato posteriore della bicicletta, in modo da renderla più stabile e sicura. Lo spazio è poco, quindi meglio adoperarlo per riporvi l’essenziale: t-shirt e maglie a maniche corte per quando ci si sposterà in bici, maglie a maniche lunghe per quando ci si fermerà. Pantaloncini lunghi e corti, delle felpe e giacchette per non soffrire al calore né al freddo. Il viaggio sarà lungo? Meglio infilare nel bagaglio una saponetta solida per lavare i vestiti: in questo modo, si eviterà di riempire la borsa di ricambi.
Indispensabile: la borraccia (o un camelbak)!

Sul manubrio è consigliato agganciare una piccola borsa per gli accessori da bicicletta e per quelli che si prevede di utilizzare in modo più frequente: ad esempio, cellulare, portafogli, macchina fotografica e cartina. Sarebbe ottimo averli a portata di mano in modo da evitare di fermarsi per una telefonata o per scattare una foto immortale.

 

Fonte: Pixabay

 

La giusta alimentazione per il viaggio in bici

Come nota finale ma assolutamente importante: qual è la giusta alimentazione per intraprendere un viaggio in bici?
Sia per l’allenamento pre-viaggio che durante il viaggio in bicicletta, è necessario porre attenzione ad alcune regole fondamentali.
La prima è quella di non salire in sella senza esserti prima alimentati e nemmeno subito dopo esserti alimentato: lascia trascorrere un’ora circa prima di iniziare.

  • La colazione – sostanziosa e facilmente digeribile: riducendo latte e derivati, meglio optare per carboidrati, marmellata, cereali, tè. Le banane sono ottime in quanto ricche di potassio e sali minerali.
  • Il pranzo – ricca di carboidrati: pasta, riso, cereali di ogni tipo, ma senza esagerare con i sughi e il condimento.
  • La cena – ricca di proteine e verdure fresche in modo da ripristinare sali minerali e vitamine perdute durante la sessione fisica e per sostenere nuovamente i prossimi sforzi. Sarà comunque il tuo appetito a suggerirti quanto devi reintegrare, sempre senza esagerare.
Fonte: Pixabay

Pronti alla partenza? Non resta che salire in sella!

[product catid=”1709″ limit=”12″ blockname=”Biciclette MTB” template=”catalog/product/list_featured_slider.phtml”]